Login
Mycart
The cart is empty
13
May
2022
Roma

Sea Project | The competitiveness of the maritime economy in a perspective of Italian development and European strategic autonomy

Il 13 maggio SRM interverrà a Roma al grande evento sull'Economia del Mare: "Progetto Mare. La competitività dell'economia del mare in una prospettiva di sviluppo del Paese e di autonomia strategica europea", organizzato da Confindustria iin collaborazione con Confitarma e Fincantieri.

Intesa Sanpaolo è Main Sponsor di "Progetto Mare" ed SRM ha collaborato, insieme alle rappresentanze del cluster marittimo-portuale, all’elaborazione di un progetto di sviluppo strategico volto a rafforzare la competitività dell’Economia del Mare.

Alcuni dei risultati del progetto saranno presentati da Alessandro Panaro, Responsabile area di ricerca Maritime & Energy. Intesa Sanpaolo contribuirà al dibattito con un intervento di Marco Mutti, Public & Social Infrastructures, Divisione IMI Corporate & Investment Banking, sul tema del finanziamento delle infrastrutture, del rilancio e della competitività del sistema portuale.

Tra i grandi progetti di rilancio economico avviati per il PNRR, Confindustria ha individuato nell’Economia del Mare un comparto sul quale è più che mai necessario elaborare una strategia complessiva e specifica, valorizzandone le singole e già rilevanti potenzialità in una visione di sistema, contribuendo in modo significativo allo sviluppo e alla competitività, su scala produttiva e territoriale, dell’intero Paese.

Ancor più in questa fase di grande incertezza e di criticità sistemiche, il ruolo dell’Economia del Mare resta e può diventare ancor più determinante per la sua funzione strategica multilivello, a cominciare dal fatto che il commercio internazionale funziona prevalentemente attraverso il mare, non solo per il nostro export, ma anche e soprattutto per l’import di materie prime, come l’energia, i minerali e i prodotti agricoli, e di semilavorati e prodotti finiti di diverso contenuto tecnologico, essenziali per alimentare le nostre filiere industriali, logistiche e commerciali. Non solo, il mare è anche una leva strategica fondamentale per diversificare le fonti di approvvigionamento e i mercati di sbocco, in funzione dei cambiamenti geopolitici e geoeconomici.

Anche per questo, è necessario fronteggiare una concorrenza tecnologica e produttiva extraeuropea che ha progressivamente eroso la competitività, e non proprio su condizioni di reciprocità e con evidenti profili di dumping, della nostra industria navalmeccanica e nautica e delle loro filiere, che devono affrontare sfide epocali di difficile transizione energetica e tecnologica, cioè dell’industria alla base della nostra economia marittima e del suo contributo al sistema paese e all’autonomia strategica europea.

Necessariamente a livello europeo vanno affrontate questioni concorrenziali, tecnologiche e geopolitiche che coinvolgono anche la filiera della pesca e dell’acquacoltura, come pure quella delle fonti energetiche e della loro gestione in funzione della transizione ecologica. Proprio in quest’ultima stiamo finalmente tornando ad una più realistica consapevolezza, che coinvolge le estrazioni marine, le fonti rinnovabili, l’evoluzione tecnologica delle fonti fossili e lo sviluppo di quelle alternative, tutte utili a gestire una rilevante transizione verso le basse e zero emissioni, interna ed esterna all’economia marittima.

Ruoli rilevanti nell’Economia del Mare sono svolti anche dalla filiera turistica della crocieristica, della diportistica e del turismo costiero, settori che hanno subito pesanti ripercussioni dalla pandemia e che necessitano di interventi strutturali, regolatori e di investimento.

Il Convegno sarà finalizzato all’analisi dello scenario competitivo della blue economy e al confronto tra gli attori pubblici e privati per contribuire a rilanciare una filiera che da sempre genera ricchezza, occupazione e innovazione e che rappresenta una leva straordinaria per lo sviluppo del Paese. Le linee strategiche individuate e le specifiche proposte di intervento, sul piano normativo ed economico, capaci di risolvere alcuni nodi strutturali e di guidare importanti processi di trasformazione e di rilancio, saranno oggetto del confronto tra i vertici confederali, il Sistema associativo, le imprese e gli stakeholder istituzionali.

PROGRAMMA

 

When
13.05.2022 09:00
13.05.2022 13:00

Where
Auditorium della Tecnica - Confindustria
Viale Tupini, 65 Roma

Organizing Entities

Confindustria

© Copyright 2021 S.R.M. Studi e Ricerche per il Mezzogiorno - P.iva 04514401217

© Copyright 2021 SRM services - P.Iva/C.F.: 09117291212 - Privacy policy

Powered by

Ti stiamo reindirizzando su