MED & Italian Energy Report 2022

Il Rapporto ENEMED 2022, quest'anno intitolato Alternative fuels: a strategic option for the Euro-Mediterranean area?, è il frutto della sinergia tra SRM e l’ESL@Energy Center del Politecnico di Torino. 

Il Rapporto, in linea con le precedenti edizioni, prosegue nella valutazione e comprensione della situazione energetica attuale e delle prospettive future nella regione del Mediterraneo, concentrandosi quest’anno in modo particolare sui combustibili alternativi (sia biocarburanti che sintetici), che bene si sposano con un approccio di economia circolare e potrebbero essere importanti nel sostenere la decarbonizzazione, in particolare quella del trasporto marittimo. I combustibili alternativi potranno, infatti, avere un ruolo non trascurabile nell’accompagnare il processo di transizione “verde” e nel supportare un decremento della dipendenza energetica, potenziando inoltre l’integrazione Euro-Mediterranea.

€ 70,00
Aggiungi al carrello

Registrati per effettuare l'acquisto.

Close Scopri di più

Alternative fuels: a strategic option for the Euro-Mediterranean area?

La recente crisi geopolitica tra Russia e Ucraina sta imponendo una rilevante e rapida modifica del paradigma energetico nella regione mediterranea, cambiando anche l'ordine di priorità tra i tre principali attributi energetici (sostenibilità, sicurezza, equità). In particolare, le azioni di emergenza poste in essere per far fronte alle problematiche contingenti determinate dalla crisi stanno rafforzando il dialogo sull'energia fossile in tutto il Mediterraneo. Tuttavia, nel lungo periodo, le scelte di politica strategica non possono ignorare la necessità di bilanciare questi tre attributi chiave. In questo senso, lo sfruttamento delle risorse rinnovabili disponibili localmente potrebbe portare benefici non solo in termini di crescente sostenibilità, ma anche con riferimento alla sicurezza dell'offerta e all'equità sociale. In questo quadro, l'elettricità da fonti rinnovabili dovrebbe assumere il ruolo centrale nella costruzione di un nuovo dialogo “verde”. Tuttavia, questa commodity non poteva assicurare da sola la completa decarbonizzazione dei sistemi energetici mediterranei. La presenza dei cosiddetti utilizzi energetici finali “hard-to-abate” richiede, infatti, una sinergia tra energia elettrica e altre commodities. Tra questi, un ruolo non trascurabile potrebbe essere svolto dai combustibili alternativi (sia biocarburanti che sintetici), il cui sfruttamento si sposa bene con un approccio di economia circolare e che potrebbero essere particolarmente utili nel sostenere la decarbonizzazione del trasporto marittimo e dell'aviazione a lunga percorrenza trasporto. L'obiettivo dell'edizione 2022 del Rapporto ENEMED è indagare il potenziale contributo di questi combustibili al processo di transizione energetica del Mediterraneo, guardandoli non come possibile alternativa all'elettricità, ma in una prospettiva cooperativa, con l'obiettivo di creare un sistema integrato in grado di accelerare il percorso di transizione.

  • enemed_web_protetto.pdf

© Copyright 2021-2023 SRM - Centro Studi e Ricerche - P.iva 04514401217

© Copyright 2021-2023 SRM services - P.Iva/C.F.: 09117291212 - Privacy policy

Powered by

Ti stiamo reindirizzando su